Monitoraggio della qualità della tensione

AiLux installa l’apparato MP3G per il monitoraggio della qualità della tensione e delle microinterruzioni che soddisfa i requisiti dell’ Art. 23 che risponde alla specifica Terna “Apparecchiature di monitoraggio delle microinterruzioni specifica tecnica rev. 1.0 del 31/03/2016”.  Offre al cliente AT/AAT la possibilità di usufruire delle regolazioni a suo favore, che stabilirà AEEGSI, a seguito della sua partecipazione alla campagna di monitoraggio della qualità della tensione. La campagna di monitoraggio avrà come oggetto le “microinterruzioni” ovvero buchi di tensione ed interruzioni transitorie (interruzioni aventi durata < 1 secondo).

PERCHE’ L’ARTICOLO 23:

Offre al cliente AT/AAT la possibilità di usufruire delle regolazioni a suo favore, che stabilirà AEEGSI, a seguito della sua partecipazione alla campagna di monitoraggio della qualità della tensione. La campagna di monitoraggio avrà come oggetto le “microinterruzioni” ovvero buchi di tensione ed interruzioni transitorie (interruzioni aventi durata < 1 secondo).
L’utente AT/AAT che voglia partecipare alla campagna di monitoraggio, dovrà dotarsi di un dispositivo di misura e monitoraggio che risponda alla specifica Terna “Apparecchiature di monitoraggio delle microinterruzioni specifica tecnica rev. 1.0 del 31/03/2016” e segnalare a alla stessa l’intenzione a
parteciparvi. I parametri caratteristici della qualità della tensione sono:

• la frequenza
• l’ampiezza e le variazioni della tensione
• i buchi di tensione
• le interruzioni
• le sovratensioni
• la distorsione armonica della tensione
• la fluttuazione della tensione a breve e a lungo termine (flicker)
• grado di asimmetria della tensione trifase

COME SVILUPPIAMO L’INFRASTRUTTURA PER L’ARTICOLO 23:

La comunicazione dei dati di misura registrati dalla nostra apparecchiatura verso il Sistema Centrale TERNA, si basa su invio spontaneo (push) di file in formato PQDIF tramite sessioni sicure https con un communication server centrale. Terna predisporrà un web-service da voi raggiungibile con protocollo https da internet e che prevede due modalità di autenticazione, a uno o due fattori, più precisamente:

• Una autenticazione basata su username e password (in tal caso Terna consegnerà un’utenza per ciascuna
apparecchiatura da configurare). La password non deve mai essere memorizzata in chiaro nello strumento
PQ o nel software.
• Un secondo fattore di autenticazione aggiuntivo, costituito da un certificato digitale (in questo caso Terna
consegnerà un certificato digitale emesso dalla propria PKI per ciascuno strumento PQ da configurare).

La trasmissione dei dati di misura registrati dallo strumento PQ a Terna deve essere realizzata mediante:

• connessione sicura con protocollo https al web-service Terna esposto in internet:
raggiungibile (sia tramite rete cablata che mobile) dagli strumenti PQ previa impostazione dell’indirizzo IP o del nameserver in fase di configurazione
accessibile per mezzo di autenticazione
• trasferimento automatico con invio spontaneo (push) del file in formato PQDIF contenente i dati ad un orario configurabile (anche più di una volta al giorno), con ripetizione dei tentativi ogni 15 minuti in caso di insuccesso (errore per trasferimento non riuscito)

 

RTU art. 23 e art.24 Delibera 653/2015/R/EEL

Richiedi informazioni

Richiesta informazioni

Sistemi di automazione per impianti Oil & Gas

Grazie a tecnologie digitali LonWorks e alle reti Profibus e Hart-bus offriamo supporto alla ingegnerizzazione di soluzioni di comunicazione nel settore Oil&Gas.

Glossario

Nel nostro Glossario Ailux trovi le definizioni dei termini utilizzati nei nostri protocolli di comunicazione:...